È morto a 62 anni il sindaco di Lugano Marco Borradori. Si stava allenando in vista della maratona di New York quando ha avuto un improvviso malore: è stato trovato a terra privo di sensi da due passanti. Uno di loro gli ha praticato il massaggio cardiaco in attesa dei soccorsi, ma le sue condizioni sono rimaste disperate. La mattina dell’11 agosto i sanitari del Cardiocentro di Lugano avevano parlato di condizioni gravissime e quasi irreversibili, di lesioni che avevano interessato il cervello e gli organi interni. Nel pomeriggio l’annuncio della morte.

Avvocato, Borradori era entrato in politica nel 1991 per la Lega dei Ticinesi. Ha ricoperto vari incarichi fino ad essere eletto sindaco di Lugano nel 2013. A dare notizia della morte del primo cittadino, si legge sul Correre del Ticino, è lo stesso Municipio, che ha issato la bandiera a mezz’asta in segno di lutto. Nato il 6 giugno 1959, Borradori è cresciuto a Lugano. Finito il liceo si è iscritto all’Università di Zurigo e ha conseguito la licenza in diritto nel 1983, ottenendo il diploma di avvocato e notaio nel 1986.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caso Durigon: a Latina siamo stufi di essere associati a Mussolini

next
Articolo Successivo

Salvini dopo una settimana parla di Durigon e nega la realtà: “Non ha chiesto di cambiare il nome del parco, nella Lega nessun nostalgico”

next