“Mentre camminavo e vedevo gli avversari, ho deciso che sarebbe stata la gara della mia vita“. Così Filippo Tortu racconta ciò che ha vissuto prima e durante la gara leggendaria della 4×100, in cui gli azzurri hanno vinto l’oro. “Se non mi avessero consegnato il testimone – ha scherzato – li avrei ammazzati”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Olimpiadi Tokyo, il momento migliore? Il doppio oro Tamberi-Barshim. Altro che spareggio

next
Articolo Successivo

Olimpiadi di Tokyo, la gioia di Busà: “Per il karate ho dato tutto, mi sento un predestinato” – Video

next