Microsoft ha sollevato il sipario su un nuovo importante servizio, chiamato Windows 365, progettato per offrire ai clienti un nuovo modo di interagire con Windows 10 e Windows 11, quando arriverà. Alla sua conferenza annuale l’azienda ha offerto i primi dettagli ufficiali sul servizio a lungo termine, che consente agli utenti di trasmettere un desktop Windows sul proprio dispositivo tramite il cloud.

Invece di ospitare il sistema operativo e le applicazioni localmente, assorbendo sia le risorse di archiviazione che di elaborazione, Windows 365 consentirà agli utenti di trasmettere in streaming le loro app, dati e impostazioni a uno qualsiasi dei loro dispositivi, inclusi quelli eseguiti su macOS, Linux o Android.

Cloud PC è anche progettato per aiutare le aziende a risparmiare sui costi, consentendo ai lavoratori stagionali e agli appaltatori di “salire e scendere” in periodi di tranquillità o necessità. E diventerà molto più facile per le aziende rendere le risorse di elaborazione su e giù per gruppi specifici di dipendenti, a seconda dei requisiti di ruolo.

Per semplificare il più possibile la transizione per i reparti IT, i PC Cloud verranno visualizzati insieme ai computer Windows fisici in Microsoft Endpoint Manager e il processo di gestione delle patch rimarrà identico.

Secondo Microsoft, Cloud PC risolve anche una serie di problemi di sicurezza informatica, archiviando i dati nel cloud rispetto al dispositivo su dispositivo. Le integrazioni con i vari servizi di sicurezza e gestione delle identità dell’azienda rendono semplice la configurazione dell’autenticazione a più fattori e l’accesso condizionale. E la crittografia viene applicata su tutta la linea, dai dati a riposo al traffico di rete in esecuzione da e verso i PC Cloud.

Il nuovo servizio, che sarà disponibile il 2 agosto, sarà disponibile in due configurazioni: Windows 365 Business e Windows 365 Enterprise. Fatturati su base per utente al mese, questi due pacchetti offrono alle aziende una gamma diversa di opzioni di prestazioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Motorola Edge Plus, smartphone di fascia medio-alta in offerta sul Web con oltre 490 euro di sconto

next
Articolo Successivo

Logitech Combo Touch, ecco l’alternativa alla Apple Magic Keyboard

next