Com’era lecito aspettarsi, Windows 11 avrà come browser predefinito Edge, nella sua nuova incarnazione basata su Chromium, così come il popolare Google Chrome, che ha già ottenuto l’approvazione di numerosi utenti in tutto il mondo ed è disponibile anche per altri sistemi operativi, sia mobile che desktop. In Windows 10 è piuttosto semplice cambiare il browser di default: basta infatti andare in Impostazioni->App->App Predefinite->Browser Web.

A quanto pare, lo stesso non potrà essere fatto in Windows 11. Infatti, il processo sarà più lungo e complicato, dato che, come è possibile verificare dalle build Insider Preview, è necessario specificare un’applicazione predefinita per ogni singolo tipo di file o link. Quindi, per essere sicuri che il browser prescelto sia davvero quello di default, sarà necessario associarlo a HTM, HTML, PDF, SHTML, SVG, WEBP, SHT, FTP, HTTP e HTTPS, oltre ad altri ancora, se necessario.

Si tratta decisamente di un approccio piuttosto inconsueto ed invadente per un’operazione semplice come quella che dovrebbe essere il cambio di browser di default. Al momento non sappiamo se tale comportamento sarà mantenuto anche nella versione finale, ma speriamo che Microsoft, che ha punta molto sull’immediatezza e semplicità, decida di tornare sui propri passi e rendere più facile la vita agli utenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

YouTube Shorts, l’alternativa a TikTok sbarca in Italia

next