Dibattito concitato a “Non è l’arena” (La7) avente per protagonista l’ex presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, il quale, messo in difficoltà dal direttore de ilfattoquotidiano.it, Peter Gomez, a proposito della sua condanna in via definitiva a 5 anni e 10 mesi per corruzione nel processo per il crac delle fondazioni Maugeri e San Raffaele, protesta col conduttore Massimo Giletti perché l’argomento non era stato concordato.

Formigoni lamenta ‘un uso politico della magistratura’ nella sua vicenda giudiziaria, ma Gomez osserva: “Io ho seguito il processo e ho letto le sentenze. Non sarò esperto come Formigoni, ma questa cosa non l’ho trovata”.
Il direttore de Il Fatto online viene bruscamente interrotto da Formigoni quando menziona la parola ‘tangenti’.
“No, non mi è stata trovata nessuna tangente, Gomez – insorge l’ex senatore – Non mi è stata trovata neanche una lira. Quindi, dove sono queste tangenti?“.
Gomez replica: “Le sono state trovate delle utilità, dai viaggi per centinaia di migliaia di euro allo sconto grossissimo pari a un milione e mezzo sull’acquisto di una casa, quantificati dall’accusa e dai giudici della Corte di Cassazione circa 6 milioni di euro. Ma la cosa che mi ha più colpito personalmente è questa – spiega – nella sentenza è scritto che ci sono l’ospedale San Raffaele di Milano e l’Istituto Maugeri di Pavia, a cui la Regione Lombardia dà oltre 200 milioni di euro per una serie di attività. Ma 70 milioni di questa somma tornano indietro, tramite fatture false e altri sistemi, a un gruppo di persone amiche di Formigoni. Questo è oggettivo e nessuno può negarlo, perché quei soldi sono scomparsi: erano 70 milioni di tasse dei lombardi. E questa, secondo me, è una cosa molto grave“.

Formigoni protesta vivacemente contro Giletti: “Innanzitutto mi rivolgo a le, perché non era questo l’argomento della trasmissione questa sera. Io non intendo parlare del mio processo, perché sono in una condizione di detenuto domiciliare e rispetto questa condizione. E chiedo che anche gli altri in studio rispettino questa condizione. Quindi, la prego, si passi ad altro argomento. Mi era stato detto che si sarebbe parlato di un’altra vicenda, cioè quella dei vitalizi”.
Giletti ribatte che Formigoni otterrà il vitalizio, nonostante una sentenza di condanna per corruzione, ma l’ex senatore ribadisce: “Gomez è entrato nell’argomento, quindi se non lo fa più, andiamo d’accordo“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vitalizio, lite tra Formigoni e Giletti: “La legge è dalla mia parte”, “Quella ve la fate voi. Non metta sullo stesso piano senatori e magistrati”

next
Articolo Successivo

Conte a La7: “Come ho fatto a fidarmi di Renzi? Non sono mai stato sereno. Una crisi come quella ha fatto molto male agli italiani”

next