Avevamo tutti bisogno di Fedez, perché una legge di questo tipo sui diritti civili viene approvata quando si riesce a convincere la maggioranza del Paese a schierarsi. È successo in passato con il divorzio e con l’aborto. E questa volta siamo riusciti a anche grazie all’aiuto di Fedez”. Lo ha detto Franco Grillini, storico padre delle battaglie per i diritti lgbt e primo parlamentare nella storia d’Italia dichiaratamente gay, nel corso di una diretta trasmessa sui canali social de ilfattoquotidiano.it dedicata al dibattito intorno al ddl Zan. “Certo la legge può essere migliorata. Però ora approviamola e applichiamola. Tra un anno o due studiamo l’applicazione e se c’è bisogno facciamo il tagliando”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La copertina de l’Espresso e la ‘maternità maschile’, non so da cosa iniziare per esprimere sgomento

next
Articolo Successivo

Omotransfobia, centrodestra si ricompatta per fare ostruzionismo e spinge la sua legge in parallelo al ddl Zan. Chieste 200 audizioni

next