“Da Amara a Palamara: non ci sono più i magistrati di una volta?”, questo il titolo del nuovo numero di FqMillennium presentato nel corso di una diretta web moderata da Mario Portanova con i giornalisti Antonio Massari e Giovanna Trinchella che hanno dialogato con Gian Carlo Caselli, magistrato a riposo e già procuratore di Torino, che ha raccontato alcuni episodi del passato, da cui emerge che l’attuale momento di crisi attraversato dalla magistratura non è una novità assoluta: “Le cose che stiamo toccando col mano oggi, il caso Palamara, l’inchiesta di Perugia, questo magma che stiamo vivendo, non sono una novità assoluta. in passato ci sono stati esempi di degenerazione molto importanti. Nel 1983 il Csm, che si comporta benissimo, infligge la punizione della radiazione al segretario generale di Magistratura Indipendente perché si scoprì che Gelli in qualche modo cercava di avere il controllo di una fetta della magistratura attraverso questa corrente. La degenerazione delle correnti addirittura in combutta con poteri occulti…”.

Rivedi la diretta integrale

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sissy Trovato Mazza, la Procura di Venezia chiede l’archiviazione per la terza volta: secondo i pm è stato suicidio

next
Articolo Successivo

Silvio Berlusconi, le dieci domande della Cedu all’Italia a sette anni dal ricorso sul processo Mediaset

next