Un ragazzo preso a calci da un carabiniere perché sorpreso a passeggiare nell’orario del coprifuoco. E’ quello che appare in un video divenuto virale sui social e che ha fatto scattare un’indagine interna dei militari del Comando provinciale di Napoli. Il fatto è avvenuto, si apprende, a Terzigno, nell’area vesuviana, nella tarda serata di ieri 10 maggio. Nel video si sente anche uno dei militari sceso dalla vettura che insulta il ragazzo.

La scena è stata ripresa dai balconi di un residente della zona e il video è stato diffuso sui social dal gruppo “Welcome to Favelas“, attivo anche sulle app di messaggistica istantanea. “Con riferimento al video diffuso in rete il comando provinciale carabinieri di Napoli”, si legge in una nota, “ha immediatamente avviato autonomi accertamenti finalizzati a perseguire, con il massimo rigore e convinta inflessibilità, comportamenti inconciliabili con i valori fondanti dell’Arma, valori di umanità e vicinanza, a cui si ispira quotidianamente l’agire dei tanti carabinieri che, con sacrificio e dedizione, operano per garantire i diritti e la sicurezza dei cittadini, spesso mettendo a rischio anche la propria vita”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, i dati – 6.946 contagi in 24 ore con 286mila tamponi: tasso di positività scende al 2,4%. Altre 251 vittime

next
Articolo Successivo

Roma, cuoca violentata nella mensa di una scuola e chiusa in uno sgabuzzino dall’aggressore

next