La ventennale storia d’amore tra Gianluigi Buffon e la Juventus è ormai ai titoli di coda. Dopo 525 presenze in bianconero, il portiere carrarese ha annunciato che lascerà il club a fine stagione. Ai microfoni di Bein Sports l’ex estremo difensore della nazionale ha parlato del suo futuro e della stagione che la squadra guidata da Andrea Pirlo sta vivendo.

Buffon ha annunciato che questo sarà il suo ultimo anno alla corte della famiglia Agnelli, un’esperienza ventennale se si esclude la parentesi di un solo anno a Parigi. “Quest’anno si chiuderà in maniera definitiva questa bellissima e lunghissima esperienza con la Juve – ha detto Buffon O smetto di giocare o se trovo una situazione che mi dà stimoli per giocare o fare un’esperienza di vita diversa la prendo in considerazione. Penso di aver dato tutto per la Juve. Ho ricevuto tutto e più di così non si può fare. Siamo arrivati alla fine di un ciclo ed è giusto che uno tolga il disturbo”.

La decisione arriva alla fine di una stagione in cui è lo stesso portiere ad aver ammesso che la squadra è mancata nella continuità: “Troppi i punti persi nelle gare contro le squadre meno blasonate”. Le voci intorno al club bianconero dicono che il prossimo ciclo Juve comincerà senza alcuni senatori del gruppo: insieme a Buffon, potrebbe infatti lasciare anche Giorgio Chiellini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Kitikaka – Al Pippo Inzaghi furioso non far sapere quanto è amaro il Var dopo tre pere

next
Articolo Successivo

La vergogna del Torino, il Var del Cagliari, le plusvalenze del Genoa: altro che 3 retrocesse, in questa Serie A ce ne vorrebbero sei

next