“La mozione di sfiducia contro Speranza? L’unico obiettivo era stanare Salvini e dimostrare che urla, ma poi concretamente non fa quel che dice”. Così Andrea Scanzi, conduttore di ‘Accordi&Disaccordi’, insieme Luca Sommi, con la partecipazione di Marco Travaglio, in onda tutti i mercoledì alle 21.25 su Nove a proposito della mozione di sfiducia presentata da Fratelli d’Italia contro il ministro della Salute e respinta anche dalla Lega che però nelle settimane scorse aveva duramente attaccato il titolare alla Salute. “Se si fa un discorso di liceità politica è sacrosanto quello che ha fatto la Meloni, è lecito, lei è l’unica che sta all’opposizione, un’opposizione molto più morbida di quella che faceva sguaiatamente quando c’era Conte, però, lo fa, è l’unica, infatti sta anche avendo consensi. Quindi ci sta fare una mozione, anche discutibile nei contenuti – ha detto il giornalista che però poi si è chiesto quali sarebbero le colpe di Roberto Speranza: “Io vorrei chiedere alla Meloni concretamente che colpe abbia Speranza, tranne quella di non aver sconfitto con la sola forza delle mani la pandemia? La colpa del termometro che ti dice che hai la febbre quando la febbre c’è? O la colpa è della febbre che non può sconfiggere né Draghi né Speranza? Non aver aggiornato il piano pandemico, che non era aggiornato dal 2006? Secondo me l’elemento decisivo è stanare Salvini, è dimostrare – e qui è stata bravissima la Meloni – che Salvini è uno che urla e sbraita sui social, quando è in televisione dopodiché, concretamente, in Parlamento cosa fa? Prende la sua codina e se la mette tra le gambe”, ha concluso Scanzi.

‘Accordi&Disaccordi’ è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile in live streaming e successivamente on demand sul nuovo servizio streaming discovery+ nonché su sito, app e smart tv di TvLoft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maria Giovanna Maglie ospite de La Confessione di Peter Gomez venerdì 30 aprile alle 22.45 su Nove

next
Articolo Successivo

Maria Giovanna Maglie a La Confessione (Nove) di Peter Gomez: “La polemica con Ferragni? Chi vende mutande non faccia politica”

next