Metro e mezzi affollati a Roma anche nel Lazio (QUI LA SITUAZIONE A MILANO) nel giorno della ripartenza in presenza per il 70% degli studenti alle superiori . Una quota che sembra rendere ancora più complessa la gestione del trasporto pubblico locale, secondo gran parte di pendolari, tra lavoratori e studenti stessi: “Non mi sembra sia stato fatto nulla, così è ancora invivibile, il distanziamento è impossibile, soprattutto in metro”, spiega un ragazzo.
Tra le 8 e le 9 del mattino, nell’ora di punta, soprattutto tra le stazioni di cambio di treni regionali e metropolitana – da Termini a Piazzale Flaminio – gli assembramenti sono evidenti e il distanziamento impossibile. “Nessuno controlla, al massimo ho visto qualche autista sui bus far scendere chi non porta le mascherine, ma poco è stato fatto per potenziare i mezzi”, c’è chi sottolinea. Altri sono quasi rassegnati: “La situazione è sempre la stessa, ma sono costretta a prendere mezzi pieni perché altrimenti farei tardi al lavoro”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Zanardi, la procura chiede l’archiviazione per il camionista che lo ha investito: la famiglia del campione paralimpico si oppone

next
Articolo Successivo

Da Roma a Torino, il settore dei matrimoni scende in piazza: “Dimenticati da tutti i decreti, vogliamo lavorare e sappiamo farlo in sicurezza”

next