Almeno un centinaio di manifestanti No Tav ha raggiunto nella notte San Didero, in Val Susa, per tentare di impedire l’arrivo degli operai e dei mezzi da cantiere per la costruzione del nuovo autoporto dell’autostrada A32 Torino – Bardonecchia. Secondo quanto visibile dalle immagini e come riferisce lo stesso Movimento, la polizia ha lanciato lacrimogeni in risposta ai petardi dei manifestanti. “Sono stati sparati anche ad altezza d’uomo” denuncia la storica attivista No Tav, Nicoletta Dosio. Gli scontri sono durati un paio d’ore, fino alle 3 del mattino. Ci sarebbero alcuni feriti tra forze dell’ordine e operai, ma anche i No Tav riferiscono di feriti tra i manifestanti che si oppongono alla Torino-Lione.

orino indaga su quanto accaduto, mentre i No Tav si sono dati appuntamento alle 8.30 alla stazione di Bruzolo e a Borgone. (ANSA).

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

No Tav, notte di tensione in Val Susa per l’avvio dei lavori del nuovo autoporto. Polizia sgombera presidio degli attivisti: scontri – video

next
Articolo Successivo

Violenze e maltrattamenti con bastoni e acqua fredda in una comunità per disabili del Milanese: arrestati i due titolari

next