“Non so se è per i numeri impressionanti” in tempo di pandemia” ma “si rischia di perdere tutto il terreno di quanto si era guadagnato per il lavoro e l’inclusione delle donne nel mondo del lavoro” e per questo “bisogna costruire meccanismi di piattaforme anonime che denuncino chi viola l’articolo 27 che proibisce ai datori di lavoro di fare domande personali ad una donna”. A dirlo il ministro del lavoro, Andrea Orlando, intervenendo al webinar sulla parità dell’occupazione femminile ‘Obiettivo 62%’. Il momento dell’assunzione, ha osservato Orlando, “è il passaggio in cui si decide se dare lavoro ad una donna o ad un uomo, servirebbe una piattaforma in cui si denuncia chi viola” il codice per le pari opportunità. Orlando ha quindi assicurato che è sua “intenzione promuovere un’azione che incida su questo passaggio

video Youtube/Le Contemporanee

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Coppia gay aggredita per un bacio, Pd e M5s: “Ora il parlamento approvi la legge contro l’omotransfobia”. Ma la Lega si oppone

next