La Francia non dà più i numeri. Da giovedì 19 marzo Oltralpe non ci sono dati aggiornati sull’andamento della pandemia: contagi, ricoveri, vaccinazioni e molto altro. La causa sarebbero una serie di “incidenti tecnici” direttamente collegati all’incendio 10 giorni fa a Strasburgo di OVH, uno dei più grandi data center d’Europa, che ospita diversi importanti server.

E così né il sito del governo, né quello del Servizio sanitario, Santé Publique France, hanno aggiornato i dati da giovedì. Soltanto nella tarda serata di venerdì le autorità hanno ammesso l’esistenza di “incidenti tecnici” nella catena di comunicazione dei dati. In concreto, al ministero avevano notato “scarti tra i dati ricevuti dalla Sanità” nella giornata di venerdì e quelli osservati “a livello regionale”. Sarebbe stato individuato, in particolare, un bug che ha portato ad errate identificazioni geografiche di contagiati, pazienti o nuovi vaccinati. Forse a causa dei problemi all’host di server di Strasburgo.

Non solo: le cifre dei giorni precedenti potrebbero essere state falsate, anche perché in qualche caso erano apparse stranamente incoerenti. Il numero delle persone risultate positive al tampone lunedì – che normalmente vengono conteggiate 3 giorni dopo – aveva raggiunto il livello record di oltre 38.000 unità. In particolare in 3 dipartimenti dell’Ile-de-France sono stati toccati livelli mai sfiorati neppure nelle due precedenti ondate.

Nella Seine-Maritime, in una settimana, il livello di contagi sarebbe aumentato dell’incredibile percentuale del 57%. Per sabato, Santé Publique dovrebbe essere in grado di riprendere gradualmente la diffusione dei dati, ma soltanto dei nuovi contagi e del numero dei vaccinati. Questi “incidenti tecnici” si aggiungono a un problema più datato, di cui si parla da settimane: il numero dei casi quotidiani sarebbe “gonfiato” da mesi a causa di doppioni, in particolare quelli che risultano positivi al tampone rapido antigenico e che poi corrono a farsi testare con il molecolare: in questo caso, una stessa persona verrebbe conteggiata positiva due volte. È stato calcolato che l’incidenza resa così ufficiale sarebbe del 10% superiore a quella reale a livello nazionale.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto Economico - Una selezione dei migliori articoli del Financial Times tradotti in italiano insieme al nostro inserto economico.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il Torino vince e l’eurodeputato irlandese interviene per annunciarlo al Parlamento europeo: “Noi amiamo gli underdog” – Video

next
Articolo Successivo

Vaccini, Breton: “L’Europa raggiungerà l’immunità di gregge per il 14 luglio e non avrà bisogno di Sputnik”

next