“Più che sugli effetti del reddito di cittadinanza, che comunque ha portato benefici a 500mila persone prima del Covid, mi sono interessato, da sociologo, alle reazioni. C’è stata una ricerca luciferina per screditarlo“. A dirlo è Domenico De Masi, intervenuto al convegno organizzato alla Camera dal titolo L’equità nell’Italia del futuro. Proposte per un fisco intelligente. Il sociologo ha poi affrontato il tema delle disuguaglianze, tanto tra i Paesi ricchi nei confronti di quelli poveri, quanto all’interno degli stessi Paesi che accumulano ricchezze, dove “diventa necessario un sistema di welfare” che funzioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Enrico Letta da solo non basterà a salvare il Partito Democratico

next