Decreto sostegni? I ristori saranno dati a fine aprile, forse a maggio. Gli ultimi soldi sono stati dati a dicembre. Ora mi chiedo: dove sono finiti tutti quei ristoratori che andavano in televisione, uno su tutti Vissani, intimo amico di un leader di sinistra prima e di uno di destra adesso, che urlava contro il mancato arrivo dei soldi e invocava le riaperture? Sono scomparsi tutti”. Sono le parole del direttore de ilFattoQuotidiano.it, Peter Gomez, ospite della trasmissione “Tagadà”, su La7.

E puntualizza: “Noi del Fatto online siamo semplicemente andati dai ristoratori e dai commercianti che non vanno in tv ed erano giustamente preoccupati, come erano preoccupati prima. Ma la funzione di noi giornalisti non dovrebbe essere quella di usare gli stessi pesi e le stesse misure, indipendentemente da chi è al governo, oppure è quella di mettere il microfono solo sotto la faccia di un signore che, pur avendo problemi dovuti alla pandemia, è legato a doppio filo con questo o con quel politico? – conclude – E’ corretto questo modo di utilizzare i mezzi di informazione? Noi abbiamo bisogno di una rifondazione di questo Paese che passa non solo attraverso la classe politica, ma anche attraverso i nostri stessi comportamenti. Come giornalisti è inutile che continuiamo a porci come parti politiche. Abbiamo bisogno di fare un lavoro diverso: un lavoro di autocoscienza”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bersani su La7: “Zingaretti? Abbia la generosità di attuare una fase nuova e un campo aperto. È la via d’uscita per tutti, anche per il M5s”

next
Articolo Successivo

Vaccini, lo scontro tra Paragone e Sileri a Non è l’Arena: “Siete degli incapaci!”. “Ma lo sai quanti sono i vaccinati? E allora perché parli?”

next