Il marchio nipponico ha presentato nelle scorse ore una soluzione per professionisti capace di unire il meglio del mondo Sony Alpha e Sony FX, sottraendo il profilo S-Cinetone dedicato esclusivamente alle cineprese professionali della serie Venice.

Come sappiamo, per le videocamere professionali non sono importanti solamente le prestazioni ma contano anche l’ergonomia, la flessibilità di utilizzo e la quantità di accessori disponibili. Alcune mirrorless presenti sul mercato si configurano, per caratteristiche, per essere utilizzate anche in settore a stampo professionale tuttavia è sempre necessario abbinarle ad una ricca dose di accessori studiati per venire incontro alle proprie esigenze. Ad esempio la Sony A7S III, una delle mirrorless di eccellenza per catturare contenuti video, può essere impiegata in ambiti professionali se coadiuvata a rig, cage e altre appendici necessarie per rendere l’impugnatura più agile.

Il catalogo Sony prevedeva modelli super professionali, come le cineprese hollywoodiane Venice, varianti professionali, conosciute con il nome di FX, e infine mirrorless destinate a fotografi e videomaker. La gamma del produttore non offriva quindi nessuno step intermedio e ora, quindi, entra in gioco la nuova FX3 capace di unire il mondo mirrorless a quello delle cineprese professionali.

La nuova FX3 è realizzata con ingredienti chiari e ben precisi: le migliori caratteristiche di A7S III e FX6. Il design si ispira a quello di una fotocamera mirrorless full frame con attacco E-Mount e, nonostante l’impronta contenuta, sono ugualmente presenti molti tasti personalizzabili e numerose possibilità di espansione. Il cuore pulsante è il sensore full frame CMOS 35mm retroilluminato Exmor R da 12.1 megapixel (10.2 megapixel per le riprese video), seguito dal doppio processore Bionz XR, già visto su ulteriori modelli. Si tratta di un sensore capace di catturare video in 4K nativo ad un massimo di 120p, con la possibilità di raggiungere la sensibilità nominale da 80 sino a 102.800 ISO. Il sensore è infine installato su un sistema di stabilizzazione IBIS a 5 assi; qualora il sistema non fosse sufficiente, con un piccolo crop è possibile beneficiare di una stabilizzazione digitale denominata Active Mode.

La messa a fuoco è assicurata dal più che collaudato sistema ibrido da 627 punti con 89% di copertura del campo inquadrato. Come da tradizione Sony, non mancano il focus tracking e l’efficace tracciamento real-time Eye-AF. I contenuti video possono essere registrati sulle memorie SD/CFexpress inseribili nel doppio slot combo. Il bitrate della videocamera può arrivare a 600 Mbps nel formato All-I XAVC S-I H.264. Non manca la possibilità di registrare nei formati S-log3, S-Gamut3 e S-Gamut3.Cine mentre, i più professionisti, possono sfruttare il più che apprezzato profilo S-Cinetone ereditato dalle cineprese Venice.

Le prestazioni rappresentano solo uno degli aspetti chiave di FX3, Sony infatti pone l’attenzione anche sull’ergonomia inserendo cinque fori filettati (standard 1/4-20 UNC) che permettono di non dover più installare un sistema cage, necessario generalmente per collegare eventuali accessori. Presente inoltre in confezione un’utile maniglia agganciabile alla slitta Multi-Shoe (quella del flash), che mette a disposizione due ingressi audio XLR/TRS LPCM 4ch 24-bit.

Numerose infine le connessioni a disposizione, sui profili di Sony FX3 sono presenti: un connettore HDMI Type-A standard, connettività Wi-Fi da 2.4 e 5 GHz, una porta Multi MicroUSB e infine una porta USB Type-C con power delivery. Prevista naturalmente una batteria NP-FZ1000 capace di assicurare riprese da 95 minuti e di 13 ore se alimentata esternamente.

Sony FX3 è disponibile in pre-ordine da un prezzo di 4.700 € IVA inclusa, circa 500 € in più della Sony A7S III.

  • Attacco: obiettivo E
  • Dimensioni: 129,7×77,8×84,5 millimetri
  • Peso: 715 grammi (senza accessori)
  • Autonomia batteria: 95 minuti, 600 scatti
  • Sensore: CMOS Exmor full frame
  • Processore d’immagine: BIONZ XR
  • ISO: 80-102.400 (fino a 409.600)
  • Otturatore: da 1/8.000 a 1/4 con step di 1/3 per i video, foto da 1/8.000 a 30 secondi
  • Registrazione foto: JPEG, HEIF, RAW
  • Formati registrazione video: XAVC HD, XAVC S, XAVC S-I
  • Connettività: ingresso audio mini-jack stereo da 3,5mm, USB-C, Multi/Micro USB, uscita cuffie mini-jack da 3,5mm, uscita speaker integrato, monoaurale, uscita HDMI, supporto multi-interfaccia con Digital Audio Interface, Bluetooth 5.0
  • Display: LCF da 7,5cm con angolo di apertura di 176° e di rotazione di 270°
  • Microfono: stereo integrato
  • Archiviazione: 2x SD/CF express tipo A
  • Stabilizzazione immagine: a 5 assi + digitale

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Android, in arrivo sei novità che mettono al centro sicurezza e praticità

next
Articolo Successivo

Motorola One Macro, smartphone di fascia media su Amazon con sconto del 21%

next