Due bande di trafficanti di droga sono state sgominate dalla Polizia di Milano, che sta effettuando numerosi arresti. L’indagine, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Milano, prevede l’esecuzione di numerose misure di custodia emesse dal gip del Tribunale di Milano “nei confronti di due associazioni per delinquere operanti a Milano e dedite al traffico internazionale e nazionale di stupefacenti, composte da cittadini italiani e albanesi che importavano in Lombardia ingenti quantitativi di cocaina, hashish e marijuana che poi distribuivano in varie regioni d’Italia”. Le indagini, svolte dalla sezione Antidroga della Squadra mobile di Milano sono state coordinate dal Servizio centrale operativo e dalla Direzione centrale dei servizi antidroga con la collaborazione delle autorità albanesi attivate dal Servizio per la cooperazione internazionale di Polizia, coinvolgendo le squadre mobili di Milano, Bergamo, Brindisi, Lodi, Pavia, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Roma, e Varese

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, Fontana sul caso Brescia: “Tutta la provincia in arancione o interventi mirati”

next
Articolo Successivo

Vaccino Astrazeneca, la circolare del ministero della Salute: “Ok fino a 65 anni, ma non ai soggetti estremamente vulnerabili”

next