“Trovo incomprensibili le diffidenze e le incertezze sull’intergruppo Pd-M5s-Leu. Credo che sia giusto e logico che le forze che hanno sostenuto il governo Conte, non per dare fastidio a Mario Draghi, ma per aiutarlo con un punto di vista proprio e alternativo alle destre, si coordinino. E per questo penso che questo fronte andrà avanti”. A rivendicarlo, l’ex segretario dem e deputato di LeU-Articolo Uno, Pier Luigi Bersani, nel giorno del voto di fiducia del nuovo esecutivo a Montecitorio. “Lo stesso Conte leader di questo fronte? Non l’ho sposato, ma capisco che possa essere di grande utilità per un progetto del genere, non ci sarebbe alcun problema. Serve generosità”. E ancora: “Rischio che il fronte sia minoritario e irrilevante dentro questo esecutivo insieme alle destre e alla Lega? Bisogna darsi una mossa, altrimenti è garantito”, ha concluso

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, i dati – 13.762 nuovi contagi su 288.458 tamponi: tasso di positività in crescita. Ancora 347 morti in 24 ore

next