Serena Williams, a 39 anni in semifinale agli Australian Open, sa che è stata una grande impresa e un po’ come “tornare indietro nel tempo”. La campionessa statunitense ha unito i “suoi movimenti e la sua potenza” contro Simona Halep. L’ex numero 1, ora decima del seeding, ha battuto nei quarti la romena che è numero 2 del Mondo e del seeding, per 6-3, 6-3.

Per la Williams è la 40esima semifinale in un torneo dello Slam. “È la migliore partita che ho giocato in questo torneo, di sicuro“, ha detto a fine partita. “Mi sono resa conto che stavo commettendo molti errori non forzati nelle partite che ho perso, ma sapevo di avere l’opportunità di giocare meglio. Ed è quello che ho fatto”, ha aggiunto. Erano passati poco più di 18 mesi da quando la Halep aveva distrutto la Williams nella finale di Wimbledon, e con l’americana che si avvicinava al suo 40esimo compleanno, le prospettive per la conquista di un 24esimo titolo del Grande Slam sembravano svanire. Me nella nuova sfida tra le due è entrata in campo una Williams rivitalizzata, che semplicemente non vuole che i suoi giorni da vincitrice siano finiti, motivo per cui lei e il suo allenatore Patrick Mouratoglou sono sempre alla ricerca di miglioramenti.

In semifinale la Williams affronterà la giapponese Naomi Osaka, altra ex numero 1 del Mondo, che nella notte italiana ha liquidato per 6-2, 6-2, in appena 66 minuti di partita, la cinese di Taipei Su-Wei Hsieh, n.71 del ranking. La giapponese è in vantaggio 2-1 nel bilancio dei precedenti, tra la finale agli Us Open nel 2018 vinta in due set. Mercoledì si completerà il quadro delle semifinali dei due tabelloni.

Anche il serbo Novak Djokovic, 33 anni, approda in semifinale dove affronterà il sorprendente russo Aslan Karatsev. L’obiettivo di Djokovic è quello di alzare per la nona volta il trofeo a Melbourne (diventerebbe il secondo giocatore a vincere uno stesso Slam così tante volte dopo Rafa Nadal che ha trionfato in tredici occasioni al Roland Garros) e di avvicinare lo spagnolo e Roger Federer come numero di Slam vinti in carriera (Nole è a 17). Dal canto suo, Serena Williams continua ad inseguire il record assoluto di 24 titoli del Grande Slam detenuto dall’australiana Margaret Smith Court. L’americana è ferma a quota 23 ormai da quattro anni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Australian Open, gli azzurri Berrettini e Fognini si qualificano agli ottavi di finale. Incontreranno Tsitsipas e Nadal

next
Articolo Successivo

Australian Open, Djokovic vince per la nona volta. Assolo serbo in grande stile: contro Medvedev battaglia solo al primo set

next