“Il nostro destino non è il disimpegno. È solo incidendo che si cambiano le cose, non esiste una maggioranza senza di noi. Disimpegno significa non dare una maggioranza e un governo al paese”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in una diretta su Facebook alla vigilia delle votazioni su Rousseau con cui gli iscritti M5s sono chiamati a esprimersi sul sostegno al governo Draghi. “Noi dobbiamo partecipare a questo nuovo governo – ha aggiunto Di Maio -. Capisco che ci sono tanti dubbi, ma io mi fido di quello che abbiamo fatto insieme negli ultimi 8 anni, e mi fido di Grillo che ha sempre visto più lungo di tutti quanti noi. Io domani voterò convintamente sì” ha concluso

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, il quesito per il voto su Rousseau. Dal ministero green a prescrizione, Mes e reddito di cittadinanza: le garanzie chieste a Draghi

next
Articolo Successivo

Lega-Euro, dalle salamelle in Lire alle feste di partito alla “Moneta della fame” per arrivare a Draghi: storia di un rapporto tormentato

next