Mario Draghi è lo stesso di quella maledetta stagione di privatizzazioni, che sono e che furono l’inizio della svendita del Paese. Mario Draghi io non lo voterò, né in un Governo e né come Presidente della Repubblica – ci manca solo questo. E lì finalmente vedremo chi calerà sul tavolo le carte, perché adesso si gioca a carte scoperte. E non vale l’appoggio esterno. E non vale tentare di giochicchiare, di fare melina, no. Adesso è il tempo di dividersi, adesso è il tempo di dire da che parte si sta”. Così il senatore Gianluigi Paragone in una diretta su Facebook nella sera del 2 febbraio 2021.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Fratoianni: “Draghi? Sembra il commissariamento della politica” – Video

next
Articolo Successivo

Governo, Scalfarotto (Italia Viva): “Raccogliamo l’appello di Mattarella, appoggeremo Draghi”

next