Mentre c’è la corsa al dichiararsi non disponibili al soccorso dell’attuale maggioranza, con alcuni dei senatori più noti del gruppo Misto di Palazzo Madama, il capogruppo del Pd, Andrea Marcucci, chiude alla possibilità di ‘soccorsi esterni’ che sostituiscano numericamente Italia viva. “La priorità è partire dalla maggioranza che esiste, dal presidente del Consiglio che è in carica. Ci sono ancora le condizioni per rilanciare l’azione di governo che ci porti alla fine della legislatura e credo che anche Italia viva debba essere della partita. Accentuare i toni di questa crisi è stato sbagliato da parte di tutti”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crisi di governo, Bersani: “A rischio i ristori, la campagna di vaccinazione e l’approvazione del Recovery Fund”

next
Articolo Successivo

Scostamento di bilancio e nuovi ristori, in caso di crisi il governo può approvarli? Ecco le strade possibili

next