“La mia ‘Gloria’ è stata usata durante azioni di inaudita violenza verbale e fisica. Mi dissocio e in quanto autore sono pronto a difendere i valori che veicola la canzone”. A parlare è Umberto Tozzi, in un videomessaggio diffuso sui social, commentando quanto è successo a Washington negli scorsi giorni. In particolare, poco prima dell’irruzione a Capitol Hill, che è costata la vita a quattro persone, Donald Trump è stato ripreso insieme allo staff e ad alcuni parenti mentre osserva le immagini dei suoi supporter riuniti nella Capitale sulle note del famoso brano di Tozzi.

Articolo Precedente

Nonno Basilio vaccinato a 103 anni e attaccato dagli haters: “Dose sprecata”. Lui, ex internato in un lager, risponde

next
Articolo Successivo

Milano, 14enne ferita al viso da un amico. Il procuratore: “L’associazione con Joker è deleteria. Il lockdown può acuire le sofferenze”

next