Nella notte tra il 28 e il 29 dicembre, tre persone incappucciate hanno divelto e portato via la targa dedicata a Peppino Impastato del circolo di Rifondazione comunista, in zona Lambrate, a Milano. I tre, non ancora identificati, sono stati ripresi col cellulare da un passante. “Crediamo che l’atto vandalico abbia un significato politico chiaro – ha detto il segretario Matteo Prencipe – perché va a toccare uno dei simboli dei valori antifascisti e della lotta sociale”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, i dati | In 24 ore 16.202 nuovi contagi con 169.045 tamponi. Il tasso di positività sale al 9,6%, altri 575 decessi

next
Articolo Successivo

Impianti da sci, slitta la riapertura: le Regioni chiedono al governo di rimandare dal 7 al 18. Cts: “Si decide nella prima decade del mese”

next