Il solstizio d’inverno, il giorno più corto dell’anno, mai come quest’anno ha tenuto il mondo con il naso all’insù. La storica congiunzione tra Giove e Saturno, infatti, si è verificata di nuovo dopo circa 4 secoli, cioè dal 1623 quando Galileo e Keplero erano ancora in vita. Molteplici i video pubblicati in rete, molti dei quali in timelapse, a testimoniare il lungo “abbraccio” tra i due giganti gassosi. Sarebbe stata proprio la congiuntura dei due pianeti, secondo i vangeli, a guidare i Re Magi verso Betlemme, rappresentando quindi la nota stella cometa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il vaccino anti Covid di Pfizer-Biontech ha un nome. E ora l’azienda tedesca cerca altri partner per aumentare la produzione

next
Articolo Successivo

Vaccino Covid, il via libera di Aifa: “Non ci sono controindicazioni, ma solo cautele. Anche a immunodepressi o donne in gravidanza”

next