Il regalo di Natale? Per i bimbi e le bimbe ricoverati al IRCCS San Raffaele di Roma nel reparto di riabilitazione pediatrica, è arrivato in anticipo. Dopo le richieste scritte nelle letterine natalizie, infatti, per i piccoli è stata ideata una “tenda degli abbracci”. “Il loro desiderio maggiore era riabbracciare i loro cari”, spiega Amalia Allocca, coordinatrice delle Direzioni sanitarie del Gruppo San Raffaele e Direttrice sanitaria dell’IRCCS San Raffaele di Roma. E così, è arrivata la particolare tenda trasparente. Le mamma, i papà, i nonni o le nonne, possono infilare le braccia da un lato, e così i bambini dall’altro, riuscendo così ad abbracciarsi a rischio zero per i pazienti che vanno “preservati dalla pandemia”. Come ha fatto Luca, che non riabbracciava la nonna e il papà da circa un mese.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aggredite nella stazione Centrale di Milano, madre e figlia si rinchiudono nel bagno per sfuggire al molestatore

next
Articolo Successivo

Coronavirus, oggi 13.308 contagi e 166mila tamponi: cala il tasso di positività. 628 i morti, 150 solo in Veneto

next