Proteste in Spagna per il fermo di una ragazza, contro cui gli agenti del Mossos d’Esquadra hanno usato ripetutamente, come si vede nel video, il taser. Le immagini del fermo, avvenuto nella città di Sabadell (Barcellona), hanno fatto il giro del Paese, suscitando numerose polemiche. L’azione dei poliziotti è stata condannata dalle associazioni che difendono i diritti umani, mentre la 26enne ha fatto sapere di volerli denunciare. Al contrario, il sindacato di polizia, in una nota, ha confermato il sostegno agli agenti, spiegando che hanno seguito le procedure appropriate. La ragazza, da quanto si apprende dalla stampa locale, stava accompagnando la madre in un centro medico. Quando il personale l’ha bloccata fuori dalla strutttura per via delle regole anti-Covid, ha perso il controllo, distruggendo alcuni oggetti e prendendosela col personale sanitario.

Video Twitter

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scontri a Parigi, manifestanti danno fuoco alla Banque de France: le immagini

next
Articolo Successivo

Danimarca, uccisi 11 milioni di visoni perché infetti: le loro carcasse riaffiorano e inquinano

next