di Cristina Zibellini

È di poco fa la notizia della rinuncia di Eugenio Gaudio, Rettore della Sapienza fino a pochi giorni fa, alla nomina come Commissario straordinario per la Sanità, in Calabria.

Ora se Gino Strada – che non è un ragazzino e sa che in Calabria per gestire la sanità, al di là del Covid, non basta essere medici ma neppure esperti di zone di guerra – ha dichiarato pubblicamente di essere pronto ad accettare una nomina “piena”, allora questo Governo ha il dovere di nominarlo.

Nessuna altra personalità, dopo che il Presidente del Consiglio ha preso i contatti, ufficialmente ammessi, con il fondatore di Emergency, potrà rispondere al sentire di una parte importante dell’opinione pubblica, anche calabrese; essendo, peraltro, veramente difficile fare una nomina che non sia e non appaia l’effetto di una politica vecchia, fatta di accordi spartitori e di paura. C’è bisogno di atti che segnino nei fatti la distanza che questo governo vuole marcare con quelli del passato.

E questo ha un valore simbolico enorme: se Gino Strada ha dimostrato coerenza e coraggio, dichiarando la sua disponibilità, cosa per cui l’intero paese deve ringraziarlo, la sua nomina può veramente essere un fatto che fa ancora sperare che la politica risponda alla sua ragione originaria.

Il blog Sostenitore ospita i post scritti dai lettori che hanno deciso di contribuire alla crescita de ilfattoquotidiano.it, sottoscrivendo l’abbonamento Sostenitore e diventando membri del Fatto social club. Tra i post inviati Peter Gomez e la redazione selezioneranno quelli ritenuti più interessanti. Questo blog nasce da un’idea dei lettori, continuate a renderlo il vostro spazio. Se vuoi partecipare sottoscrivi un abbonamento volontario. Potrai così anche seguire in diretta streaming la riunione di redazione, mandandoci in tempo reale suggerimenti, notizie e idee, sceglierai le inchieste che verranno realizzate dai nostri giornalisti e avrai accesso all’intero archivio cartaceo.
Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanità Calabria, Gaudio rinuncia all’incarico. Strada: “A me nessuna proposta formale. Situazione difficile, non diventi grottesca”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, 731 morti nelle ultime 24 ore. 32191 nuovi contagi: meno di una settimana fa. 120 posti in più occupati in terapia intensiva

next