“Io voglio un Movimento autonomo, forte e protagonista e che si deve far valere di più nel governo e quini deve cambiare passo, non basta dire solo che siamo il terzo polo: quella è una posizione, non un’identità, che si costruisce con i temi”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, intervenendo all’Assemblea plenaria degli stati generali

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stati generali M5s, l’intervento di Di Battista: “No deroghe a doppio mandato e da soli a prossime elezioni. Non vedo l’ora di tornare in prima linea”

next
Articolo Successivo

Stati generali M5s, Fico: “Proseguire confronto con il centrosinistra e fare rete con altre forze se c’è possibilità di convergenza”

next