La Misericordia lancia un appello per assoldare nuovi volontari e, in soli tre giorni, rispondono 400 persone. “Per noi questo è un segnale chiaro e preciso: c’è ancora voglia di mettersi in gioco e aiutare chi ha bisogno”, commenta Gianluca Staderini, direttore della Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia. La partecipazione all’appello, diffuso martedì 10 novembre, ha sorpreso piacevolmente anche la Misericordia stessa che promette di offrire “a questi nuovi volontari un diverso modo di affrontare i problemi, tutti insieme come una vera grande comunità“, tenendo a ringraziare i testimonial della campagna “Alice, Matteo e altri, che sono stati veramente preziosi”, commenta sempre il direttore Staderini.

L’appello nasce nell’ambito della campagna Gente al servizio della gente, che vuole trovare forze fresche per supportare le fila di volontari che già sono impegnati nell’emergenza Covid. Il messaggio è molto semplice e diretto: “Non bisogna essere dei supereroi per aiutare chi ha bisogno”. Una visione che, vedendo i numeri dei primi tre giorni, ha colpito nel segno. Chi ancora si volesse mettere a disposizione potrà riempire l’apposito form, contattare il numero verde nazionale 800.194.356 o inviare una mail a gentealserviziodellagente@misericordie.org.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cure anti-Covid a casa: pronte le prime linee-guida. Dall’eparina alle vitamine: cos’è consigliato e cosa no

next
Articolo Successivo

Covid, Rezza: “Aumento casi? Difficile attribuirla ai focolai estivi. Ripresa attività a settembre ha aumentato la circolazione del virus”

next