Erano le 15 del pomeriggio e dall’appartamento di Bruno da Silva Peres la musica usciva a volume altissimo. Il rumore ha infastidito i vicini, a tal punto che hanno chiesto alle forze dell’ordine di intervenire. Si sentiva musica reggaeton e latino americana dal lussuoso attico in via Copenaghen, nella zona dell’Eur, dove il giocatore della Roma, originario di San Paolo del Brasile, vive con il fratello e la cognata. L’appartamento si trova vicino ai campi di allenamento di Trigonia.

Le volanti della polizia hanno sorpreso il calciatore sudamericano, che è solito dare feste in casa con amici. Gli agenti – riporta Leggo.it – hanno invitato gli inquilini del palazzo, se credono, a sporgere querela per disturbo e molestie alla quiete pubblica anche se – formalmente – nell’orario in cui è accaduto il fatto non sono previste limitazioni dei decibel per musica e lavori di restauro.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Kitikaka – Penultimi a chi? L’eleganza da Champions di Udinese tonight (nonostante classifica e spettacolo pessimo)

next
Articolo Successivo

La Fifa dichiara guerra allo strapotere degli agenti dei calciatori: ecco la stretta contro i procuratori

next