Amazon porta anche in Italia Prime Video Channels, dando così la possibilità a chi è già cliente Prime di aggiungere canali tematici alla propria selezione, tramite abbonamenti aggiuntivi. Sostanzialmente si tratta di canali tematici che andranno ad aggiungersi al già ricco catalogo di base di Amazon Prime e potranno essere fruiti dagli utenti secondo le stesse modalità, quindi sia da Web che tramite l’app su qualsiasi dispositivo mobile. Il costo è variabile a seconda del canale scelto, ma i prezzi sono abbastanza contenuti, partendo da 2,99 euro al mese, fino a un massimo di 9,99 euro al mese.

Attivarli è facilissimo: basta effettuare il login su Amazon come utente Prime e recarsi sulla home page di Amazon Prime video. Nel menu posto sulla barra in alto a sinistra, oltre a Home, Store, Categorie e miei Video troverete ora anche al voce Canali. Sarà sufficiente cliccarci sopra per accedere al catalogo dedicato, selezionare un contenuto e abbonarsi. Amazon offre comunque un periodo di prova di ben 30 giorni, col pagamento che scatterà solo alla fine del periodo di prova. Basterà quindi disdire l’abbonamento in qualsiasi momento prima dello scadere dei 30 giorni per non dover pagare alcuna somma aggiuntiva, non essendoci alcun contratto.

Attualmente l’offerta comprende Infinity Selection a 6.99 euro al mese, con una selezione di cinema italiano e internazionale, Starzplay a 4.99 euro al mese, con le serie TV originali di STARZ, disponibili lo stesso giorno dell’uscita negli Stati Uniti, Noggin (3.99 euro al mese), dedicato ai bambini, il canale tematico Juventus TV (3.99 euro al mese), la raccolta di cinema d’autore Mubi, a 9.99 euro al mese, i film d’autore più introvabili di Raro Video (3.99 euro al mese), Midnight Factory (4.99 euro al mese, per gli appassionati di horror, Full Moon TV (3.99 euro al mese), interamente dedicato agli amanti della suspence, ShortsTV (3.99 euro al mese), che trasmette cortometraggi 24/7, Qello Concerts by Stingray (4.99 euro al mese), con concerti on-demand fruibili per intero, e Mezzo (2.99 euro al mese, sempre dedicato alla musica, soprattutto classica e jazz.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Kamala Harris, la sorella Maya dietro alla vittoria: l’avvocato con la passione per la politica a fianco di Hillary Clinton nel 2016

next
Articolo Successivo

Razer Book 13: arriva il primo notebook dell’azienda non dedicato al gaming

next