Takaaki Nakagami in pole position: che sorpresa nelle qualifiche del Gp Teruel. Il giapponese riporta la Honda davanti a tutti: non è quella ufficiale, ma la moto del Team LCR di Lucio Cecchinelli. In seconda posizione in griglia si piazza un ottimo Franco Morbidelli, che con la Yamaha Petronas ha preceduto Alex Rins su Suzuki. In seconda fila nell’undicesimo appuntamento del Mondiale che si disputa sul circuito di Aragon (come domenica scorsa) scatterà la Yamaha ufficiale di Maverick Vinales, al suo fianco Johann Zarco con la migliore delle Ducati e Fabio Quartararo.

Il francese, solo sesto, può però gioire perché l’attuale leader del Mondiale, Joan Mir, partirà solo 12esimo con la sua Suzuki. Davanti a lui scatta Alex Marquez, con la Honda ufficiale: dopo lea seconda posizione sulla stessa pista una settima fa, ci si aspettava un piazzamento migliore. Ancora peggio però è andata ad Andrea Dovizioso: sia lui che il suo compagno Danilo Petrucci sono stati eliminati già nel Q1 e partiranno dalle retrovie nella gara in programma domenica. Per la Ducati ufficiale è l’ennesima prestazione deludente e per il forlivese vicecampione del mondo si allontana ancora la possibilità di lottare per la testa della classifica.

LA GRIGLIA di PARTENZA:
1. NAKAGAMI
2. MORBIDELLI
3. RINS
4. VINALES
5. ZARCO
6. QUARTARARO
7. P. ESPARGARO
8. CRUTCHLOW
9. LECUONA
10. OLIVEIRA
11. A. MARQUEZ
12. MIR
13. A. ESPARGARO
14. J. MILLER
15. B. BINDER
16. S. BRADL
17. A. DOVIZIOSO
18. F. BAGNAIA
19. D. PETRUCCI
20. T. RABAT

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

MotoGp Aragon, Rins su Suzuki vince il suo primo gp. Dovizioso ancora in corsa per il titolo

next