Prima prova a sradicare il crocifisso, poi dà un pugno al parroco, che tenta di fermarlo, e infine lo spinge per farlo cadere a terra. Sono gli attimi di paura che hanno vissuto i fedeli della chiesa di San Giovanni Maria Vianney, alla Borghesiana di Roma. Era domenica 18 ottobre quando l’uomo, un pugliese di 46 anni, ha dato in escandescenze dentro la chiesa, dopo di che è stato portato fuori dal parroco e un suo collaboratore per farlo calmare, ma all’esterno la situazione è addirittura peggiorata. L’uomo ha iniziato a tirare calci contro la porta della chiesa e quando sono arrivati i poliziotti ha iniziato a minacciarli di morte, sferrando poi calci e pugni anche contro di loro. Durante l’aggressione il 46enne ha anche tentato di afferrare il calcio della pistola di uno degli agenti, ma è stato fortunatamente bloccato e portato negli uffici di polizia.

(immagine d’archivio)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

LA PROFEZIA DEL DON

di Don Gallo e Loris Mazzetti 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, Ricciardi: “Servono lockdown mirati subito”. Il viceministro Sileri: “Dove sistema non regge, pausa di due settimane”

next
Articolo Successivo

Covid, la festa vietata a Napoli col cantante neomelodico finisce sui social: baci e abbracci e nessuna mascherina. Le immagini

next