“È molto difficile, quasi impossibile, avere il vaccino entro il 2020. Direi che l’anno del vaccino sarà il 2021 e speriamo che sarà l’anno dei vaccini, più di uno. È auspicabile e molto probabile che ci saranno più vaccini, è quello a cui stiamo lavorando, ne abbiamo già due in fase di pre osservazione, quella che noi chiamiamo la rolling review, e probabilmente la prossima settimana ne arriverà un terzo”. Così, intervistato a Buongiorno su Sky TG24 il direttore esecutivo dell’Agenzia europea del farmaco (EMA) Guido Rasi. “L’arrivo del vaccino è l’inizio della fine della pandemia, non è la fine – ha continuato – Significa che dopo un anno che abbiamo i vaccini a disposizione vedremo la pandemia diminuire in maniera importante”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Truffa tamponi, prezzi gonfiati e risultati falsi: a Trapani sequestrato un laboratorio fuori norma. Analizzati 7.600 test per 380mila euro

next
Articolo Successivo

Federmeccanica: “perso un quinto della produzione, male anche l’export. Impossibili gli aumenti in busta paga”

next