Polemica accesa a “Omnibus” (La7) tra il senatore ex M5s Gianluigi Paragone e il presidente della Commissione Finanze della Camera Luigi Marattin sul Mes.
Nel corso della trasmissione i due politici hanno diverse occasioni di scontro che culminano quando il deputato di Italia viva dà una stoccata al giornalista: “Prima sul Mes ho posto delle domande e Paragone ci ha fatto parlare delle mascherine delle Fca, spostando il dibattito. Adesso ci farà parlare delle barbabietole da zucchero“.

Paragone insorge e incalza Marattin: “Prendi la tua maggioranza, porta il Mes in Aula e contate uno per uno i voti. E vediamo se avete la maggioranza per fare il Mes, perché altrimenti stai qui a prendere per il culo le persone. Siete al governo? Prendetevi la responsabilità del Mes. Fatelo. Cosa aspettate? Che lezioncina sei venuto a farmi qui? Sei il presidente della Commissione Finanze, no? Allora prenditi la tua maggioranza e le dici: ‘Adesso facciamo il Mes per il bene degli italiani’. Fallo. E’ inutile che stai a parlarne in televisione”.
Marattin ribatte: “Siccome hai fatto sia il giornalista, sia il politico, fai evidentemente fatica a distinguere i due campi”.
Non fare il ciarlatano – replica Paragone – Devi dire sì o no. Prenditi la tua maggioranza e porta il Mes in Aula. Basta chiacchiere, perché altrimenti stiamo qui a giochicchiare a carte. Dì al tuo presidente del Consiglio che il Mes ci vuole. Tu sei il presidente della Commissione Finanze, io non sono niente”.

“Non rispondo all’insulto ‘ciarlatano’ – risponde Marattin – perché Paragone è sotto gli occhi di tutti e si insulta da solo. Paragone sul piano politico ha perfettamente ragione, perché in questo momento nella maggioranza c’è un problema che deve essere affrontato e risolto. Dopodiché qui non siamo alla Camera o al Senato, ma stiamo facendo dibattito pubblico. Il modo in cui le decisioni politiche si basano sulla verità del dibattito pubblico è rilevante. Nel momento in cui voi da 6 mesi andate a raccontare balle agli italiani sul Mes e tu per primo, è evidente che questo ha un impatto sulla politica. Tanta gente qui alla Camera è stata viziata dalle balle che tu per primo sei andato in giro a raccontare. E non è sana una democrazia fatta così”.
“Veramente quello che dico è nel programma elettorale dei 5 Stelle – controbatte Paragone – Non è colpa mia sei ti sei alleato col M5s. Allora fate cadere il governo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, Galli su La7: “Il tempo di scherzare è finito. Sì a lavoro da casa e a didattica a distanza nelle scuole superiori. Azzolina ci ripensi”

next
Articolo Successivo

Carolina Morace dopo il coming out si confessa su La7: “L’incontro con mia moglie mi ha liberato dalla morsa dei pregiudizi”

next