“Vogliamo introdurre il salario minimo, inserendo una detassazione sul rinnovo contrattuale per portare i contratti a rialzo“. Lo ha detto la ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo, a margine della presentazione del ‘Terzo Rapporto sulla salute e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro”, commentando le parole della presidente della Commissione europea: “Anche von der Leyen punta al salario minimo”. Le ha fatto eco il capo politico del M5s, Vito Crimi, che ha rimarcato come sull’iniziativa “il Movimento sia da tempo impegnato. La proposta di legge della ministra Catalfo lo dimostra”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lucia Azzolina, la Lega ha depositato in Senato la mozione di sfiducia contro la ministra dell’Istruzione

next