Non ci sono stati né morti né feriti e il porto di Ancona è tornato operativo. Resta chiusa, tuttavia, l’area interessata dall’incendio – ora sotto controllo – che questa notte ha coinvolto una serie di capannoni. La causa del rogo è ancora incerta, anche se testimoni riferiscono di aver sentito cinque o sei esplosioni. Nelle immagini, il risveglio della città e dell’hinterland, con la colonna di fumo nero visibile a chilometri di distanza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Quarantena ridotta, il Cts consulta l’Oms. Ricciardi: “Confermati i 14 giorni”

next
Articolo Successivo

Incendio al porto di Ancona, le immagini dei capannoni bruciati: i vigili del fuoco domano le fiamme

next