Un tour elettorale quello del segretario leghista Matteo Salvini, che sfiancherebbe anche il più instancabile maratoneta. In una delle tappe odierne, a Legnano dove la Lega sconta un passato non proprio lusinghiero, il leader leghista si è trovato di fronte comunque a una piazza piena. Prima del veloce comizio qualcuno gli ha comunque ricordato che c’è chi non la pensa come lui. Dal fondo della piazza si è levato il coro “Ladro, ladro“, subito coperto dai “Matteo, Matteo” dei supporter leghisti e dalla battuta sprezzante dello stesso Salvini che liquida la contestazione: “Ecco, mi mancavano i 4 figli di papà di sinistra”. Ma la sorpresa è arrivata dal balcone di un palazzo affacciato sulla piazza. Un cittadino legnanese ha esposto, proprio durante il comizio, due giganteschi palloni che componevano la scritta “49“, come i milioni del tesoro leghista scomparso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Restituzioni M5s, 3 deputati morosi si autosospendono e attaccano Casaleggio. Che replica: “Impegni presi vanno onorati”

next