Un tour elettorale quello del segretario leghista Matteo Salvini, che sfiancherebbe anche il più instancabile maratoneta. In una delle tappe odierne, a Legnano dove la Lega sconta un passato non proprio lusinghiero, il leader leghista si è trovato di fronte comunque a una piazza piena. Prima del veloce comizio qualcuno gli ha comunque ricordato che c’è chi non la pensa come lui. Dal fondo della piazza si è levato il coro “Ladro, ladro“, subito coperto dai “Matteo, Matteo” dei supporter leghisti e dalla battuta sprezzante dello stesso Salvini che liquida la contestazione: “Ecco, mi mancavano i 4 figli di papà di sinistra”. Ma la sorpresa è arrivata dal balcone di un palazzo affacciato sulla piazza. Un cittadino legnanese ha esposto, proprio durante il comizio, due giganteschi palloni che componevano la scritta “49“, come i milioni del tesoro leghista scomparso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Restituzioni M5s, 3 deputati morosi si autosospendono e attaccano Casaleggio. Che replica: “Impegni presi vanno onorati”

next