La famiglia di Willy Monteiro Duarte, il 21enne ucciso nella rissa di Colleferro, ha deciso di devolvere tutte le offerte raccolte durante la messa per i funerali del figlio alla Caritas. Una decisione che è stata annunciata nel corso della cerimonia dal vescovo di Tivoli e Palestrina, monsignor Mauro Parmeggiani.

Un funerale molto sentito e partecipato, quello del giovane, al quale anche il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, e il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, hanno partecipato indossando, come richiesto dai familiari, una maglietta o una camicia bianca. Colore che nella tradizione capoverdiana, Paese d’origine del 21enne, viene indossato come segno di lutto quando a perdere la vita è una persona giovane.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’Oms ricorda: “Evitare di salutarsi con i gomiti, non si rispettano distanze”. Ecco chi lo ha già vietato e chi ha ideato un’alternativa

next
Articolo Successivo

Pubblica post Instagram sull’omicidio di Willy e contro la “cultura fascista” e la Ferragni lo condivide: profilo cancellato da attacco hacker

next