“La riapertura degli stadi? Ci sono considerazioni del Cts, governatori che hanno fatto ordinanze sulla base dell’impiantistica. Ma quello che ha detto Gravina è condivisibile: il calcio senza pubblico non è veramente calcio”, così il presidente del Coni Giovanni Malagò al termine di una riunione di giunta. Il presidente ha fatto sapere di “aspettare con pazienza” ma che le istanze “sono chiare”. “Non è chiaro perché non si potevano affrontare contemporaneamente il problema delle scuole e della riapertura degli stadi”, lamenta Malagò che evidenzia anche il problema per tutti gli altri sport che vivono grazie soprattutto alla campagna abbonamenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Svolta in Serie A: ok alla media company per i diritti tv. Tra il bisogno di una rivoluzione epocale e la tentazione per le casse dei club

next