Sarà un’altra donna a sostituire la giudice Marta Cartabia alla Corte Costituzionale. Il mandato dell’attuale presidente terminerà il 13 settembre, per questo in mattinata il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha nominato giudice la professoressa Emanuela Navarretta, nata a Campobasso il 3 gennaio 1966 e ordinaria di diritto privato all’università di Pisa. Il decreto, controfirmato dal premier Giuseppe Conte, è stato comunicato dal Quirinale ai presidenti di Camera e Senato.

“Avverto un forte senso di responsabilità come cittadina, come studiosa e come donna e spero di poter dare un utile contributo alla Corte in qualità di civilista che, con lo sguardo rivolto alla complessità delle fonti e all’Europa, si è sempre interrogata sul ruolo dei diritti fondamentali dell’uomo nella vita delle persone”, ha detto Emanuela Navarretta. “Desidero esprimere la mia profonda gratitudine al Presidente della Repubblica per la fiducia che mi ha accordato e sono estremamente onorata di potermi mettere al servizio di una istituzione così importante, garante dei principi costituzionali”.

La portavoce della donne Pd Cecilia D’Elia ha scritto su Twitter: “Congratulazioni a Emanuela Navarretta, nominata giudice della Corte Costituzionale dal Presidente Mattarella. Un riconoscimento importante che valorizza la competenza di una donna. Una buona notizia”. A esprimere le congratulazioni, tra gli altri, alla giudice anche il primo presidente della Cassazione, Pietro Curzio, l’Ateneo di Pisa e la Scuola Sant’Anna.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mascherine importate dalla Cina, sequestrati 1,2 milioni di euro a Irene Pivetti

next
Articolo Successivo

Manzione procuratore a Lucca, il Csm ferma la nomina su proposta di Di Matteo. “Fino al 2018 era al governo come sottosegretario”

next