SpaceX Crew Dragon è ammarata nel Golfo del Messico con successo. I due astronauti americani, Doug Hurley e Bob Behnken, hanno concluso il volo di prova dell’azienda privata guidata da Elon Musk senza intoppi. La missione era stata lanciata lo scorso 30 maggio dal Kennedy Space Center della Nasa. Nel video, il momento in cui la capsula viene recuperata dalle acque dalla nave Go Navigator.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

SpaceX, primo ammarraggio da 45 anni. Così Elon Musk ha “salvato” gli Usa dalla dipendenza dalla Soyuz russa

next
Articolo Successivo

Coronavirus, disturbi psichiatrici per oltre il 50% dei guariti: depressione, ansia e insonnia gli effetti più comuni

next