Sul blocco della nave Open Armstutto il consiglio dei ministri era d’accordo“. Lo ha detto il leader della Lega ed ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, in collegamento con Aria Pulita su 7 gold, ricordando che “il divieto ingresso nelle acque italiane di questa nave spagnola aveva tre firme“, la sua e di altri due ministri. Il leader ha poi tirato in ballo l’ex ministro Giovanni Tria, che ha confermato “che lo sapevamo tutti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Salvini si consola al Papeete dopo l’ok al processo del Senato. E tira in ballo Conte: “Era d’accordo”. Ma lui stesso disse di no

next