Polemica accesa a “L’aria che tira estate” (La7) tra Susanna Ceccardi, europarlamentare della Lega e candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Toscana, e il deputato di Italia Viva, Gennaro Migliore. La prima rivela una indiscrezione secondo cui il leader di Iv, Matteo Renzi, avrebbe cercato di tendere una ‘trappola’ a Matteo Salvini, chiedendogli un incontro prima del voto del Senato sull’autorizzazione al processo relativo alla vicenda Open Arms, ma il capo della Lega avrebbe rifiutato.
“Io non ne conosco precisamente i contorni – spiega Ceccardi – ma lo so perché mi è stato raccontato. Renzi ha chiesto a Salvini di sentirsi per parlare del voto sulla Open Arms. Ma Salvini conosce bene e, come milioni di italiani, non si fida di Renzi, che a Firenze hanno sempre chiamato “il Bomba” per quanto le sparasse grosse. Quindi, Salvini non ha voluto rispondere all’abboccamento.”.
Siamo proprio al gossip“, commenta Gennaro Migliore.

Ceccardi attacca Italia Viva: “Ci sono magistrati che sono stati intercettati e che hanno detto che Salvini aveva ragione politicamente, ma andava colpito perché doveva essere fermato. E allora un partito che si propone di essere garantista come può dare l’autorizzazione a procedere contro Salvini?”.
Migliore risponde: “Non invidio i cittadini di centrodestra toscani che devono scegliere una candidata che si lascia andare a pettegolezzi di terza mano
La leghista, confondendo Ischia con Capri, replica: “Lei si occupi di andare sullo yacht con la Boschi a Capri, io mi occupo dei cittadini toscani, che hanno subito anche troppo dagli esponenti renziani”.
La vedo molto nervosa e pettegola – continua Migliore – ed è un problema tutto suo. Se queste voci di terza mano riportate da lei rappresentano il suo modo di fare politica, preferisco onestamente l’originale, cioè Salvini, che almeno viene a riferire in Parlamento“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Migranti, lite Senaldi-Calenda su La7. “Non vengono dai lager libici, qui sbarcano coi barboncini”. “Sì, la carica dei 101. Ma sii serio”

next
Articolo Successivo

La7, lite Delmastro (FdI) – Di Stefano (M5s). “Giuseppi ha un grammo di onestà intellettuale, tu no”. “Non ti permettere più, raccontaballe”

next