Anche la Cina parte alla conquista di Marte. Lanciata la sonda cinese Tianwen 1, destinata a diventare il primo veicolo cinese a entrare nell’orbita del pianeta rosso. Si tratta del progetto più ambizioso per il Paese in una missione spaziale mai realizzato finora. Il lancio è avvenuto dalla base di di Wenchang, sull’isola di Hainan, e ha segnato anche il debutto del razzo Lunga Marcia 5. Il veicolo impiegherà sette mesi per raggiungere il pianeta. Il suo obiettivo sarà quello di cercare acqua sotterranea, se presente, così come tracce di vita.

Il lancio di oggi non è, però, il primo tentativo per il Paese di raggiungere Marte. Già nel 2011 ci provò accompagnando una missione russa. In quel caso il lancio fallì non riuscendo a uscire dall’orbita terrestre e bruciando nell’atmosfera. Questa volta la Cina ci prova da sola, cercando anche di bruciare le tappe inviando insieme un rover sul pianeta e un veicolo che rimarrà in orbita. Il programma spaziale cinese si è sviluppato velocemente nelle ultime decadi. Nel 2003 Yang Liwei è stato il primo astronauta cinese ad andare nello spazio e solo lo scorso anno Chang’e-4 è stata inviata sulla Luna, divenendo la prima navicella spaziale in assoluto ad atterrare sul lato più lontano della Luna. La Cina entra così nella nuova corsa a Marte, a tre giorni dal lancio in Giappone della sonda Amal (‘Speranza’) degli Emirati Arabi Uniti e precedendo di circa una settimana il lancio del nuovo rover Perseverance della Nasa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Un esame del sangue per riconoscere 5 forme di tumore in anticipo di 4 anni”: i risultati della ricerca dell’università della California

next
Articolo Successivo

Marte, anche la Cina partecipa alla corsa al pianeta rosso: lanciata la prima sonda. Viaggerà per sette mesi: le immagini della partenza

next