Quindici imbarcazioni, quasi trecento migranti. Tutto in una notte. Persone che vanno ad aggiungersi alle altre 400 presenti nel locale hotspot, che però può contenerne al massimo 95. E se il conteggio si allarga alle ultime 48 ore sono 800 gli extracomunitari arrivati sull’isola. Situazione complessa a Lampedusa, che fra soccorsi e approdi autonomi ha vissuto ore di grande difficoltà. Sei gli sbarchi autonomi – con un minimo di 8 tunisini e un massimo di 20 – avvenuti a molo Favarolo e al porto commerciale. In un unico intervento, poco prima dell’alba, la Capitaneria di porto è riuscita a rintracciare tre barchini con a bordo 103 persone provenienti dalla Libia, dalla Tunisia e dal Bangladesh. L’hotspot è al collasso: l’unico padiglione operativo è arrivato a contare 954 extracomunitari, numero poi diminuito di 280 unità grazie ai trasferimenti d’urgenza a Porto Empedocle tramite i traghetti di linea disposti dalla Prefettura di Agrigento. Operazioni che si cercherà di organizzare anche nelle prossime ore. Nel centro d’accoglienza, del resto, i migranti (tunisini per la maggior parte) sono tutti ammassati lungo i viali della struttura di contrada Imbriacola.

In un quadro di tale difficoltà, da registrare la visita odierna del leader della Lega Matteo Salvini, che ha visitato il centro d’accoglienza strapieno e attaccato il governo sui suoi canali social: “Qui hotspot di Lampedusa. Come potete vedere la situazione drammatica, ci sono 800 persone invece di 190, quasi tutti adulti, maschi, giovani, in forma e belli robusti – ha detto in una diretta facebook – Questi non sono naufraghi, c’è un vergognoso traffico di esseri umani di cui il Governo italiano è complice in maniera criminale. Questa non è immigrazione, ma caos”. Concetti ribaditi a distanza di poco, sempre sulla sua pagina: “Questa non è immigrazione umanitaria, ma business. E questo governo è complice degli scafisti. Non oso immaginare i sacrifici che stanno facendo le forze dell’ordine qui a Lampedusa” ha detto Salvini prima di andare via dall’hotspot, dove un tunisino lo ha accolto al grido di fascista.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Ayrton Senna, rubata una collezione di cimeli: in manette i due presunti ladri

next
Articolo Successivo

Covid, i dati – Aumentano ancora i nuovi casi: +306 nelle ultime 24 ore. Valle d’Aosta unica regione senza incremento di contagi

next