È stata estradata in Italia l’anarchica Francesca Cerrone. La donna, 31enne di origini trentine, si trovava in Spagna ed è atterrata in queste ore a Fiumicino. Cerrone era in custodia cautelare in carcere a seguito di un’inchiesta della Procura della Repubblica di Roma che aveva portato, lo scorso mese, a sette ordini di arresto.

Dopo le indagini dei Ros nei confronti dell’organizzazione di cui Cerrone faceva parte e che aveva come base un centro sociale della Capitale, si è scoperto che l’obiettivo del gruppo era quello di riorganizzare il movimento anarchico. Tra le azioni commesse, alcuni attentati incendiari nei confronti della auto del servizio di car-sharing Enjoy, contro una sede dell’Eni e una caserma dei carabinieri.

Sulla 31enne – accusata di associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico, atto di terrorismo con ordigni micidiali ed esplosivi, detenzione e porto di materiale esplosivo – pendeva un mandato di arresto europeo. L’iter di esecuzione del mandato si è sviluppato in Spagna il 12 giugno 2020, nei pressi di Almeria, dove si trovava l’anarchica, che una volta in Italia è stata portata nel carcere di Latina.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, bambina positiva: chiuso un centro estivo nel Vicentino. “La scuola ha rispettato tutte le misure anticontagio”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, i dati – Calano i nuovi contagi: 114 casi nelle ultime 24 ore. Mai così bassi da fine febbraio. I morti sono 17

next