È morta a soli 27 anni la campionessa del mondo di short track Lara van Ruijven. L’associazione sciistica olandese ha fatto sapere che la giovane è deceduta a causa di alcune complicazioni a una malattia autoimmune. La ragazza si trovava da diversi giorni in un ospedale in Francia, a Perpignan, dove era stata ricoverata in condizioni critiche. “Che terribile notizia che abbiamo appena ricevuto. La perdita si farà sentire in tutto il mondo dello sport”, ha dichiarato l’allenatore della nazionale Jeroen Otter.

Lara van Ruijven è stata la prima pattinatrice olandese di short track a vincere il titolo mondiale, vincendo la gara dei 500 metri a Sofia, in Bulgaria, giusto un anno fa. Ma quello fu solo il coronamento di una lunga e soddisfacente carriera, nonostante l’età. Solo due anni fa era stata medaglia di bronzo ai Giochi Invernali di Pyeongchang, dopo aver già aveva collezionato cinque medaglie d’oro e due d’argento ai campionati europei.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Noah Lyles batte il record di Bolt sui 200 metri, ma poi si scopre che ne ha percorsi solo 185. Beffa e squalifica

next